ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Tecnologia e robotica nelle aziende del presente e del futuro

REGGIO EMILIA – Nel 2019 in una conferenza presso il Tecnopolo Reggio-Emilia si discuteva della seguente tematica: “Robotica collaborativa: nuove sinergie tra uomo e robot nella fabbrica del futuro“. Quella conferenza era stata organizzata dalla camera di commercio di Reggio Emilia e in realtà prevedeva qualcosa che riguardasse un futuro molto vicino. Oggi le aziende hanno già iniziato ad utilizzare all’interno dei loro processi la robotica. La robotica non è più vista qualcosa di astratto, qualcosa che solo in pochi utilizzeranno in un lontano futuro, essa è già il presente in moltissime realtà sia in Italia che all’estero. 


Implementare nei processi aziendali la robotica significa aumentare la flessibilità, migliorare l’allocazione delle risorse, ottenere delle performance di produttività maggiore e diventare più competitivi sul mercato. Non è un segreto che le aziende che non decidono di innovarsi nel corso del tempo sono destinate a scontrarsi con problematiche più o meno gravi. Infatti riusciranno sempre di meno a soddisfare la domanda del mercato e saranno sempre più frequentemente schiacciate da quelle che hanno deciso di innovare i loro processi. Questi sono aspetti fondamentali da considerare sia da parte degli imprenditori che vogliono crescere con la loro attività ma anche da parte dei lavoratori che dovranno lavorare in modo completamente differente nel prossimo presente. 


Il lavoratore nei contesti aziendali non sarà semplicemente considerato una macchina e non svolgerà delle attività ripetitive. Dovrà essere in grado di cooperare con i robot per migliorare le performance aziendali. 


Un esempio di come la tecnologia potrebbe migliorare i processi è strettamente legato all’utilizzo del braccio meccanico. Il braccio meccanico è in grado di ripetere operazioni anche per moltissime ore con estrema precisione, con la stessa velocità e soprattutto riuscendo a garantire dei risultati sorprendi. Può essere utilizzato ad esempio nelle aziende che lavorano nell’ambito della GDO ma anche in quelle più di nicchia nell’ambito della meccanica. Viene utilizzato anche in aziende che si occupano ad esempio della lavorazione del tornio e della fresa. 


Le motivazioni che spingono gli imprenditori a ricorrere all’utilizzo dei bracci robotici sono molte. Utilizzare il braccio robotico significa velocizzare i processi e re-impiegare i dipendenti in altri ruoli. In questo modo il dipendente non sarà limitato ad eseguire delle attività ripetitivi ma potrà essere un fattore chiave nel processo. Con la robotica quindi il ruolo del personale diventa chiave perché deve essere in grado di re-inventarsi e di mettere a disposizione le proprie conoscenze per aumentare la produttività. 


Anche in termini di costi i vantaggi per gli imprenditori sono molti, dato che dovranno effettuare solo una volta l’investimento che potranno ammortizzare poi nel corso degli anni e allo stesso tempo potranno mettere in condizione ogni dipendente di rendere al meglio. I guadagni quindi sono molto maggiori dei costi di questa scelta. 


Altro fattore da non sottovalutare è sicuramente relativo alla sicurezza. Purtroppo in molte aziende italiane, anche qui in Reggio Emilia è capitato più volte che i dipendenti siano vittime di infortuni sul lavoro. Con la robotica che si occupa di molti dei processi produttivi dove i rischi di infortunio sono maggiori, la possibilità di subirne uno diventa molto inferiore. In questo modo gli imprenditori potranno avere molte meno preoccupazioni e dall’altra parte i dipendenti potranno lavorare in un posto più sicuro con più serenità. 


I robot collaborativi sono anche in grado di adattarsi al meglio a qualsiasi tipologia di processo, ecco perché l’azienda ne potrebbe beneficiare anche in termini di flessibilità. I paradigmi del lavoro, ancora una volta nella storia, stanno cambiando. I giovani di Reggio Emilia quindi devono entrare nell’ottica che nel futuro e anche nel presente devono cooperare con questi macchinari robot. La ricerca e l’innovazione sono fondamentali, a Reggio Emilia è presente il Tecnopolo, una delle aree più in fermento d’Italia. I giovani dovrebbero continuare a formarsi e ad assimilare più informazioni possibili sulla robotica per ottenere dei posti lavorativi e crescere nel corso del tempo. 


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza