ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Reggiana, quanti rimpianti a Fano: ora sotto con il Carpi

FANO (Pesaro Urbino) – Rimpianti marchigiani. Dispiace molto in casa granata non aver concretizzato il pomeriggio di Fano e aver conquistato solo uno dei tre punti in palio. Un’occasione che era importante per la Reggiana per mantenere quel primato in classifica e festeggiare il centenario mercoledì sera nel migliore dei modi. Lo 0-0 non chiude le porte a nulla, sia chiaro, però l’aver perso quei due punti lascia un po’ di amaro in bocca. Anche per dare una gioia ulteriore ai 400 tifosi che hanno supportato la squadra nella lunghissima trasferta in provincia di Pesaro.

I fattori in questa partita da analizzare sono tre, dato che nei primi 70 minuti di gioco, soprattutto nella prima metà del secondo tempo, i granata hanno sì il pallino del gioco in mano ma non riescono a graffiare la difesa del Fano. E’ questo il primo punto da analizzare, dato che la Reggiana arriva spesso verso l’area avversaria ma riesce poche volte a colpire verso la porta. Gli innesti rispetto all’ultima giornata, con Zanini in trequarti e Favale-Kirwan come esterni di centrocampo, non hanno inciso come sperato e il solo Marchi è stato in grado di creare pericoli a Viscovo nel primo tempo.

Serie C, Fano – Reggiana 0-0: guarda la video sintesi del match

Già. Aniello Viscovo. Nella secolare storia granata, potrà essere ricordato come quel portiere che non ha fatto festeggiare al meglio la vigilia delle prime cento candeline della Reggiana. Perché il portiere del Fano, in vista della festa del centenario di mercoledì con il Carpi, compie quattro parate di livello che chiudono la porta marchigiana e impediscono a Marchi (due volte), Staiti e Scappini in presa bassa di siglare il vantaggio (meritato) in casa granata.

Calcio Serie C, Fano – Reggiana 0-0: cronaca e tabellino

Ultimo fattore è stato il classe ’99 Kargbo, che alla prima apparizione con la maglia della Reggiana ha regalato una partita che può essere valutata in due modi: bene dal punto di vista dell’agonismo e dell’essere propositivo, infatti il giocatore è subito entrato nel vivo delle azioni granata, meno bene se si giudicano i due errori nella sua partita. Il primo al 32’ del secondo tempo quando Viscovo, non trattenendo bene il tiro di Staiti ha offerto la respinta sui piedi del giocatore ma con un guizzo ha poi deviato alto la conclusione dell’attaccante granata.

Clamorosa quella dell’ultimo minuto, quando il colpo di testa in tuffo del giovane della Sierra Leone termina alto sopra la traversa con la porta vuota. Un vero peccato, anche se la base di partenza per questo giovane calciatore è veramente buona e non va sprecata. Il dispiacere è legato al non aver festeggiato al meglio la vigilia del centenario, ma nulla è perduto. Con il Carpi, seconda in classifica alla pari dei granata (che lasciano il primato al Padova), ci sarà un motivo in più per volere i tre punti.

Fano – Reggiana 0-0: Alvini promuove i granata e attacca l’arbitro

L'articolo Reggiana, quanti rimpianti a Fano: ora sotto con il Carpi proviene da Reggionline.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza