ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Razzismo, Manfredini insiste: “Daffe alla Lega Calcio? Lì voleva arrivare”. VIDEO

REGGIO EMILIA – Il patron della Bagnolese, Isacco Manfredini, commenta infastidito la nomina di Omar Daffe a responsabile dell’ufficio Antirazzismo della Lega Calcio di Serie A. Stiamo parlando del portiere senegalese insultato a Bagnolo durante una partita. “Sono contento che sia andato a finire lì – sono le parole dell’imprenditore – è quello che voleva, ha fatto di tutto. Mi dispiace che l’abbia fatto secondo me cavalcando una non notizia”.

L’episodio di razzismo che ha portato Bagnolo sotto i riflettori nazionali, viene nuovamente sminuito dal proprietario della locale squadra, che avava vinto a tavolino lo scorso 24 novembre contro l’Agazzanese del portiere Omar Daffe. L’estremo difensore era uscito dal campo al 27°, seguito dai compagni, dopo aver ricevuto un’offesa razzista dalla tribuna. Dall’inizio di gennaio, Daffe è stato assunto a tempo indeterminato dalla Lega Calcio di Serie A, che lo ha nominato responsabile dell’ufficio anti-razzismo. Si occuperà di campagne di sensibilizzazione che coinvolgeranno i giocatori del massimo campionato italiano. Manfredini, tuttavia, pare abbia qualcosa da ridire circa il temperamento del giocatore. “Daffe è stato in quella partita lì, come in altre, un provocatore. Due partite dopo ha fatto la stessa cosa però l’arbitro l’ha cacciato fuori”.

Dall’eccellenza alla Serie A, anche se con un ruolo istituzionale. Questo “l’avanzamento di carriera” per il 37enne. In seguito all’episodio, valutando gli insulti a lui indirizzati, il giudice sportivo ha deciso di sottoporre a un periodo di prova della durata di un anno la Bagnolese. Non è la prima volta che il suo patron tenta di ridimensionare l’accaduto anziché prenderne le distanze. In passato l’imprenditore ha spiegato ai microfoni di Tg Reggio come la sua società inviti i propri giocatori extracomunitari a far finta di niente in caso di offese razziste. “Quello non è stato un episodio di razzismo”, ha sottolineato ancora Manfredini.

Leggi e guarda anche:

Insulti razzisti nei dilettanti: il sindaco di Bagnolo chiede il Daspo. VIDEO

L'articolo Razzismo, Manfredini insiste: “Daffe alla Lega Calcio? Lì voleva arrivare”. VIDEO proviene da Reggionline - Quotidianionline - Telereggio - Trc - TRM.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza