ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

‘Ndrangheta a Brescello, il fattorino minacciato: “Non sono un eroe”. VIDEO

BRESCELLO (Reggio Emilia) – L’episodio si è svolto in una manciata di secondi e risale al dicembre del 2017. Nella zona del Famila, l’addetto alle consegne di una pizzeria sta portando a destinazione un’ordinazione. Mentre è fermo al volante dell’auto aziendale, viene avvicinato da un uomo che gli fa chiaramente capire di avere varcato un territorio “proibito”: “Qua non hai capito che ti spariamo”, è il messaggio ricevuto dal fattorino.

Le indagini hanno acclarato che la pizzeria da proteggere dai concorrenti era la Arcipelago Club. Ricavato nell’ex bocciofila di via don Alberici, la proprietà del locale è riconducibile a Salvatore Grande Aracri, arrestato assieme al fratello Paolo e al padre Francesco nell’operazione Grimilde. Formalmente, lo stabile risulta della società La Magnifica, intestata a Pietro Passafaro, 22enne residente a Viadana (Mn), tra gli indagati, e Fralli Liberato, 19enne di origine dominicana, il cui nome non compare nelle carte. Per l’autore della minaccia, Manuel Conte, di 28 anni, è scattato l’arresto e la detenzione in regime domiciliare nella sua abitazione di Brescello.

In Inghilterra, adesso, vive la vittima di quell’episodio che ha 24 anni. Contattato al telefono da Tg Reggio, ha spiegato di avere traslocato per motivi di studio qualche mese fa, sottolineando che le intimidazioni non c’entrano. Tuttavia, per tutelare se stesso e la famiglia ha chiesto di restare anonimo e si è detto stupito del clamore suscitato dalla sua testimonianza resa alla polizia. “Assolutamente non sono un eroe”, ha sottolineato almeno un paio di volte durante la conversazione. Così come ritiene esagerati alcuni elogi nei suoi confronti che gli è capitato di leggere attraverso i social.

Dopo la minaccia subita, aveva continuato a collaborare con la pizzeria Magic Pizza di Boretto, senza sospendere le consegne a Brescello dove l’Arcipelago Club ha chiuso soltanto qualche mese dopo, nel febbraio 2018. Formalmente, non per aspetti legati alla malavita organizzata ma per la mancanza di alcuni requisiti riguardanti la somministrazione di bevande e alimenti e per lavori di ristrutturazione quali l’allestimento di un campo da calcetto indoor al posto delle corsie delle bocce, non autorizzato dal Comune.

Leggi e guarda anche 

‘Ndrangheta, blitz della polizia a Brescello preparato nei dettagli: confiscate le case di oro e broccati. VIDEO

L'articolo ‘Ndrangheta a Brescello, il fattorino minacciato: “Non sono un eroe”. VIDEO proviene da Reggionline.