ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Ladra di orologi, tre furti e tre denunce in pochi giorni

SAN MARTINO IN RIO (Reggio Emilia) – Tre colpi e tre denunce, nel giro di pochi giorni, sempre ai danni di uomini e sempre per rubargli orologi preziosi. E’ sempre lei, una 29enne rumena che questa volta, dopo la rapina e il furto di S. Ilario e Bibbiano, ha preso di mira un 60enne di San Martino in Rio.


La vittima stava percorrendo piedi via Roma a San Martino in Rio quando, giunto all’altezza del viottolo che conduce in piazza della Porta, è stato avvicinato dalla donna. Prima lo ha approcciato per chiedergli alcune informazioni futili, ma poi lo ha abbracciato con la mano destra e ha portato l’altra mano nelle parti intime del 60enne.


Stupito e imbarazzato per quanto gli stava capitando, l’uomo ha allontanato di scatto il braccio e la donna si è allontanata velocemente balzando a bordo di un’auto di colore nero, con i vetri oscurati, condotta da un complice. Solo dopo il 60enne ha notato che la donna gli aveva sfilato con destrezza l’orologio, un Rolex modello DayDate in acciaio ed oro, del valore di alcune migliaia di euro.


Il furto è stato denunciato ai carabinieri della stazione di San Martino in Rio che, grazie alla descrizione della ladra, sono risaliti alla 29enne rumena in Italia senza fissa dimora, ritenuta una specialista di tali tipi di furti alla luce dei diversi precedenti specifici.


I militari, anche grazie al sistema lettura targhe comunali, sono risaliti al modello ed alla targa dell’auto che è intestata a una connazionale domiciliata a Milano, irreperibile, ma estranea al colpo. Si tratta di una donna a cui vengono intestate fittiziamente auto solitamente usate per compimento di attività delittuose: la sua posizione, in ordine all’ipotesi di intestazioni fittizia di auto, è al vaglio dei carabinieri.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza