ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Juventus troppo forte, il Sassuolo perde 3-0

REGGIO EMILIA – La Juventus si rialza dopo il pareggio contro il Parma e vince 3-0 in trasferta contro il Sassuolo. Gol di Khedira nel primo tempo, poi le reti di Cristiano Ronaldo (che esulta mimando la maschera di Dybala, in campo solamente dall’83’) ed Emre Can nella ripresa. I bianconeri hanno ora 11 punti di vantaggio sul Napoli.


Allegri deve rinunciare a Bonucci e Chiellini. Al loro posto ci sono Rugani e Caceres. Il centrocampo è affidato a Pjanic, davanti il tridente Bernardeschi, Mandzukic e Cristiano Ronaldo. Il Sassuolo è quello annunciato, l’allenatore De Zerbi non rinuncia al 4-3-3, Peluso è ancora nel ruolo di centrale, a centrocampo manca Duncan e il terzetto sulla mediana è composto Locatelli, Sensi e Bourabia. Davanti capitan Berardi, Babacar e Djuricic.


I neroverdi partono subito forte e mettono in difficoltà i bianconeri. Al 3′ Rugani, con un errore madornale, si fa rubare palla da Djuricic che si presenta davanti a Szczesny che con un’uscita miracolosa devia la palla, ma si scontra con l’attaccante neroverde che finisce a terra. Mazzoleni consulta la Var, non c’è il penalty per gli emiliani visto che il portiere prima tocca la palla poi si scontra con Djuricic. Al 15′ Locatelli tira un missile da fuori e il portiere bianconero si esibisce in una parata strepitosa.


Il gol della Juventus nasce da un rinvio errato di Consigli al 23′. La palla finisce a Ronaldo che tira una bordata centrale, ma fortissima. Il portiere la para, ma sulla palla si avventa Khedira che, a botta sicura, segna. Da qui in poi la spinta neroverde si esaurisce e sale in cattedra la Juventus che, dopo la sfuriata iniziale del Sassuolo, prende in mano la partita. Prima dell’intervallo i bianconeri sfiorano il raddoppio con Bernardeschi che serve Khedira che, da ottima posizione, di testa manda di poco fuori.


Nella ripresa CR7 segna, ma è in off side. Azione preceduta dalla conclusione di Rugani che in inquadra la porta. Al 10′ Szczesny compie l’unico errore di una partita, per il resto, perfetta. Viene sorpreso troppo fuori dalla propria area da un contropiede del Sassuolo. E’ costretto a intervenire di piede sulla palla che, tuttavia, arriva a Berardi. Il portiere bianconero prova a rientare in porta, ma è troppo tardi. Viene graziato da un errore madornale dell’attaccante neroverde che non riesce a centrare la porta vuota, facendo uscire la palla di un soffio.


Fuori programma al quarto d’ora quando, dalla curva di casa, entra in campo uno spettatore, l’invasore fa tutto il campo ed arriva ad abbracciare Ronaldo. L’arbitro deve interrompere il gioco che riprenderà dopo pochi minuti, mentre l’invasore viene accompagnato fuori da tre steward. Al 19′ Khedira e Bernardeschi mancano la deviazione sul cross di Ronaldo. Quest’ultimo al 25′ chiude la partita: dalla bandierina Pjanic, Ronaldo di testa salta più alto di tutti, anticipa Consigli e firma lo 0-2. Entra Dybala, fra gli applausi del pubblico che, nei pochi minuti rimasti si esibisce in alcune magie e mette lo zampino anche nel terzo gol, mandando in tilt la difesa avversaria e passando poi la palla a Ronaldo che serve Emre Can che, all’86’, con un diagonale micidiale, infilza Consigli. Tre a zero per la Juventus.


Il tabellino


SASSUOLO-JUVENTUS 0-3

23′ Khedira (J), 70′ Cristiano Ronaldo (J), 86′ Emre Can (J)


SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Bourabia (79′ Magnanelli), Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar (58′ Boga), Djuricic (56′ Matri). All. De Zerbi


JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Caceres, Alex Sandro; Khedira (66′ Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (83′ Dybala), Mandzukic, Cristiano Ronaldo. All. Allegri


Ammoniti: Pjanic (J), Alex Sandro (J), Magnani (S), Bourabia (S), Lirola (S).