ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Gioco d’azzardo, nel 2018 a Reggio è stato speso più di un miliardo di euro. VIDEO

REGGIO EMILIA – Nel 2018 a Reggio, per la prima volta, è stata superata la soglia del miliardo di euro giocato. Per la precisione, parliamo di un miliardo e 100mila euro. Una cifra che cresce costantemente e in maniera consistente da un anno all’altro, se si considera che nel 2017 la somma era stata di 931 milioni, con una perdita secca di 180 milioni. In pratica l’uscita netta per ogni famiglia reggiana, anche composta da persone che mai hanno giocato, è di 920 euro all’anno. Tutto questo nonostante gli allarmi che arrivano da più parti, le raccomandazioni della sanità che poi si fa carico di curare le dipendenze, i protocolli regionali cui aderiscono i comuni “slot free”, liberi dalle slot.

Le cifre sono state snocciolate in un convegno organizzato in via Turri dall’associazione TerraLeydi, dal centro interculturale Mondinsieme e da Adiconsum, l’associazione dei Consumatori della Cisl Emilia Centrale che sempre più spesso raccoglie la richiesta di aiuto di cittadini che si ritrovano nella morsa della dipendenza da gioco d’azzardo.
“Cerchiamo di aiutarli a trovare una soluzione. Tentiamo di far diminuire il loro debito accumulato. Miriamo a promuovere un’educazione al bilancio famigliare, al credito al consumo. Per far sì che le persone non spendano più di quanto abbiano”, spiega Adele Chiara Cangini della Adiconsum Emilia Centrale.

La dimensione della crescita del fenomeno l’ha sottolineata il sociologo Maurizio Fiasco: “Da quando è arrivata l’onda della crisi – ha detto – il volume del gioco d’azzardo è passato da 47 miliardi a 108”. Insomma, dall’avvento della crisi si taglia praticamente su tutto, dalle vacanze, alle cene fuori, fino a spese molto più necessarie come le cure odontoiatriche, mentre aumentano le uscite per “Gratta & Vinci”, Lotto, Superenalotto, scommesse sportive, 10 e lotto/Win for life, Bingo e slot machine.

“Ci sono più progetti industriali che utilizzano un set di scienze per condizionare le scelte della persona – argomenta il sociologo -, c’è un’invasione della sfera più intima delle persone, c’è un problema di un quadro di tetele giuridiche prescrittive della persona. Non c’entra niente il dilemma tra proibizionismo ed antiproibizionismo. Non siamo nel far west dove si andava a giocare nel saloon. I giochi di elite si sono praticamente estinti, nei casino non ci va quasi nessuno, sono stati chiusi venti ippodromi. I giochi che prolificano sono quelli a bassa soglia, quelli della povera gente”.

L'articolo Gioco d’azzardo, nel 2018 a Reggio è stato speso più di un miliardo di euro. VIDEO proviene da Reggionline.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza