ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Evasione, accertate dalla Finanza imposte non pagate per 338 milioni

REGGIO EMILIA – Evasione fiscale internazionale, frodi carosello, e indebite compensazioni sono alcuni dei fenomeni più gravi e diffusi su cui si è concentrata l’attenzione della Guardia di Finanza nell’anno appena trascorso per contrastare gli effetti distorsivi della concorrenza provocati dalla grande evasione e dalle frodi fiscali.


E’ il bilancio 2019 dell’attività delle Fiamme gialle reggiane. Nella caserma di via Mazzini, sede del Comando provinciale, si è celebrato ieri il 246° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, alla presenza del prefetto Maria Forte. Dopo la lettura del messaggio del presidente della Repubblica e dell’ordine del giorno speciale del comandante generale, generale Giuseppe Zafarana, è intervenuto il comandante provinciale, il colonnello Edoardo Moro, per tracciare il bilancio operativo del 2019 nonché illustrare le attività svolte nel periodo dell’emergenza da Covid-19.


Sequestrati per reati fiscali oltre 100 milioni di euro

Ci sono state oltre 250 indagini di polizia giudiziaria sono state svolte per accertare i reati tributari,dei quali ben due terzi hanno riguardato il pericoloso fenomeno della fatturazione per operazioni inesistenti. Sono stati proposti alla competente autorità giudiziaria. sequestri patrimoniali per reati fiscali per oltre 100 milioni di euro, corrispondenti all’imposta evasa, di cui quasi la metà ha riguardato l’Iva.


Sottratti a tassazione 338 milioni di euro

In materia di imposte dirette è stata constatata una base imponibile netta sottratta a

tassazione pari a circa 338 milioni di euro, con conseguente formulazione di rilievi in tema di Irap per oltre 265 milioni di euro. Per quanto attiene all’evasione fiscale internazionale la base imponibile netta che si è tentato di sottrarre al Fisco è stata superiore ai 37 milioni di euro.


Scoperti 127 lavoratori in nero

Nel 2019 sono stati scoperti 127 lavoratori in nero/irregolari e verbalizzati 30 datori di

lavoro per l’utilizzo della manodopera irregolare, mentre in materia di sommerso d’azienda sono stati individuati 91 evasori totali. Nel settore dei giochi e delle scommesse sono stati svolti 27 interventi ispettivi, di cui 6 si sono conclusi con la denuncia all’A.G. dei titolari degli esercizi, essendo state accertate violazioni penalmente rilevanti.


Danni erariali per 1.6 milioni

Nel settore del contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica sono stati 90 gli

interventi complessivamente eseguiti. In particolare, le Fiamme Gialle reggiane hanno segnalato alla magistratura contabile danni erariali per circa 1,6 milioni di euro, mentre in materia di incentivi alle imprese e altre uscite nazionali e locali sono stati controllati contributi per 1 milione di euro, dei quali quasi 750 mila euro sono risultati indebitamente percepiti.


Antimafia: sequestrati 10 milioni di euro

Nel 2019 46 soggetti sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali, mediante il

sistematico ricorso alle alternative misure di prevenzione previste dal Codice Antimafia, con complessive proposte di sequestro per oltre 10 milioni di euro.

Intenso è risultato anche lo sforzo profuso per lo svolgimento dell’attività di prevenzione antimafia su richiesta della Prefettura di Reggio Emilia, che si è tradotto in 1.141 accertamenti.


Sei persone denunciate per riciclaggio

In materia di repressione del riciclaggio di capitali illeciti sono stati denunciati all’A.G. 6 soggetti per le ipotesi di riciclaggio, reimpiego e autoriciclaggio; sono stati eseguiti,

altresì, 36 controlli ai money transfer, anche su attivazione del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo, mentre sul versante della disciplina antiriciclaggio sono state approfondite, sul piano investigativo, oltre 200 segnalazioni per operazioni sospette, con presenza di alti profili di rischio soggettivi ed oggettivi nel 66% dei casi analizzati.


 


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza