ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Economia, a Reggio Emilia e provincia è femminile una impresa su 5

REGGIO EMILIA – Le imprese femminili nell’economia reggiana sono 9.985 (dato aggiornato a giugno 2019), il 18,4% del totale. L’imprenditoria rosa, come emerge da uno studio della Camera di Commercio, si caratterizza per una maggiore concentrazione nel settore dei servizi, dove operano oltre 6.700 aziende condotte da donne, più dei due terzi del totale, contro il 46,7% nel caso delle imprese maschili. Contemporaneamente, quello femminile risulta un segmento imprenditoriale poco “industrializzato”, poiché solo 13 imprese su 100 costituite da donne operano nell’industria, compreso il settore edile, a fronte di quasi 40 su 100 per quelle maschili.

Una minore presenza nel settore industriale fa sì che l’imprenditoria femminile sia anche un po’ meno “artigiana” di quella maschile: un quarto delle imprese guidate da donne sono artigiane (2.533), mentre quelle maschili, con 7.452 aziende, rappresentano il 35,7% del totale.
Il tessuto imprenditoriale femminile della provincia di Reggio Emilia si distingue anche per la sua spiccata dimensione “micro”. Il numero medio di addetti per impresa raggiunge le 3 unità contro le 4,8 di quelle maschili; oltre a ciò, poco più di 92 imprese su 100 guidate da donne non hanno oltre i 5 addetti, di cui quasi 46 su 100 hanno solo un addetto (4.568).

La forma giuridica adottata dalle “capitane d’impresa” riflette quindi tale configurazione dimensionale: le imprese femminili, più frequentemente di quelle maschili, sono costituite come ditta individuale (63,7% contro 49,5%), scontando un gap proprio sulle forme più strutturate, che vanno da quella di società di persone (15,5 contro 20,4%) a quella di società di capitali (18,9 contro 26,5%). Negli ultimi anni, però, anche l’imprenditoria femminile si sta irrobustendo alla luce di una crescita proprio delle società di capitali rispetto alla dinamica delle ditte individuali e delle società di persone: considerando gli ultimi cinque anni, la quota di società di capitali è cresciuta di oltre due punti e mezzo percentuali (da 16,3% a 18,9%) a fronte di un calo della quota delle imprese individuali (da 64,4% a 63,7%) e delle società di persone (da 17,5% a 15,5%).

Negli ultimi anni, poi, anche il fare impresa al femminile si sta trasformando e l’avventura imprenditoriale è vista come un’opportunità, non solo come semplice autoimpiego ma anche come piena affermazione professionale post formativa.
Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui la presenza giovanile è maggiore tra le imprese femminili: quasi 11 imprese rosa su 100, ovvero 1.090 su 9.985, sono guidate da under 35, mentre quelle a conduzione maschile si fermano al 7,5% (3.312 su 44.143).

L'articolo Economia, a Reggio Emilia e provincia è femminile una impresa su 5 proviene da Reggionline.