ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Crac Reggiana, i creditori principali sono Agenzia delle Entrate e Mapei. VIDEO

REGGIO EMILIA – Ora si attende il 14 maggio, giorno in cui avverrà l’adunanza dei creditori davanti al giudice Niccolò Stanzani Maserati con l’esame del progetto del curatore. E poi i primi di giugno: per quel periodo, si pensa, si arriverà a organizzare la vendita competitiva dello storico marchio.

C’è una cosa che balza all’occhio nello stato passivo della Reggiana Calcio depositato dal curatore fallimentare: tra i 119 creditori ammessi da Maria Domenica Costetti – ex giocatori, ex dipendenti, ex dirigenti – due fanno la parte del leone e insieme rappresentano, per ora, il 50% del totale dei crediti: sono l’Agenzia delle entrate, creditrice per 1 milione e 100mila euro, e la Mapei, per circa 700mila euro. Da una parte ritenute fiscali non versate e tributi non pagati, dall’altra affitto per lo stadio non versato.

Tra le esclusioni eccellenti, al momento, c’è quella dell’ex dirigente Monica Torreggiani, che ha depositato una richiesta per 152mila euro respinta in toto.

L’avvocato Stefano Ferri rappresenta 5 dei creditori ammessi, a cominciare dall’ex direttore commerciale Daniele Rocchi, il primo a fare istanza di fallimento. Creditori ammessi e privilegiati, cosa non da poco, “perchè difficilmente i chirografari arriveranno a percepire qualcosa – ci dice – Rispetto al fallimento Foglia di 13-14 anni fa, vicenda nella quale rappresentavo otto giocatori, questa volta l’impatto sociale sulla città e sul territorio è minore: all’epoca si parlava di un crac da 30 milioni di euro”.

Leggi e guarda anche

Reggiana, nel progetto di stato passivo esclusioni eccellenti tra i creditori

L'articolo Crac Reggiana, i creditori principali sono Agenzia delle Entrate e Mapei. VIDEO proviene da Reggionline.