ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Coronavirus, le braccia forti del rugbisti al servizio della Caritas. FOTO

REGGIO EMILIA – Dal rugby al volontariato, animati sempre dallo stesso spirito di generosità e di rispetto per il prossimo. Visto lo stop forzato dell’attività sportiva, alcuni giocatori Valorugby Emilia, in accordo con la società, hanno deciso di impegnarsi in prima persona sul fronte dell’emergenza da Covid-19. Nei primi giorni di maggio Alessio Sanavia, Luhandre Luus, Matteo Muccignat, Guido Randisi, Lucio Rodriguez e Geronimo Albertario si sono uniti ai volontari della Caritas caricando, scaricando e consegnando centinaia di pacchi con beni alimentari messi a disposizione delle persone più fragili e colpite dalla pandemia. Due i turni di lavoro, di quattro e tre giorni, per coprire tutta la settimana con orario dalle 8 alle 13 comprendente anche il servizio alle Mense della Caritas.

 

L’impegno come volontari dei giocatori del Valorugby è iniziato fin da subito con Davide Rimpelli, Matteo Dell’Acqua e Luhandre Luus che all’indomani dello stop al campionato, si sono messi a disposizione di Caritas e Protezione civile nell’ambito delle iniziative per il sociale promosse dagli sponsor Elettric80 e Bema

Tra queste anche la consegna, nel giorno di Pasqua, di pacchi alimentari speciali alla Rsa Casa Cervi di Albinea con il terza linea albinetano Gabriele Messori, insieme alla dirigente Valeria Prampolini, a consegnare ai dipendenti e operatori della struttura il dono.

“Non appena è arrivato lo stop al campionato formalizzato dalla Fir – spiega Prampolini – abbiamo di fatto ritenuto concluso l’impegno sportivo spostando il focus di giocatori e staff sul sostegno sociale, in coerenza con la mission del progetto Valorugby. Avendo come Elettric80 e Bema già intrapreso iniziative mirate, abbiamo proposto ai ragazzi di aggregarsi compatibilmente con i loro impegni di lavoro, studio e famiglia. La risposta dei giocatori è stata come sempre eccezionale per generosità e consistenza. Non si tratta di attività sporadiche o estemporanee, ma di un servizio di volontariato messo in rete e continuo. Un valore aggiunto per rendere questi gesti efficienti ed efficaci. Oltre che uno splendido messaggio lanciato dai giocatori della prima squadra ai tanti ragazzi e bambini del nostro settore giovanile”.

L'articolo Coronavirus, le braccia forti del rugbisti al servizio della Caritas. FOTO proviene da Reggionline - Quotidianionline - Telereggio - Trc - TRM.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza