ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Con Reggionline e Tg Reggio alla scoperta dei segreti del Valli. VIDEO

REGGIO EMILIA – Ogni spazio ha una sua storia, qualcosa di magico da raccontare. Da sabato prossimo iniziano le visite guidate del nuovo anno al teatro Valli, ma Tg Reggio ne ha fatta una in “anteprima”.

Le visite iniziano dall’ingresso di pianta rettangolare e dai busti di Cesare Costa e di Achille Peri – compositore che scrisse il Vittor Pisani, l’opera con cui il Valli venne inaugurato il 21 aprile 1857 – spazio in cui il pubblico non doveva sostare. Doveva farlo, invece, nel grande atrio ottagonale ornato a colori e oro su cui vegliano gli sguardi dei due reggiani Pietro Pariati (autore di melodrammi) e Francesco Fontanesi, scenografo.

Da qui partono le scale che portano a palchi e ai quattro ordini e al di la della magnificenza, a rendere speciale questa stanza è un acustica perfetta. Pochi passi più in là la meravigliosa sala di spettacolo che può accogliere circa 1.100 spettatori con la platea a ferro di cavallo, le decorazioni in bianco e oro, lo splendido Astrolampo da 430 kg a illuminare e l’orologio che si trova sopra il boccascena regolato a carica manuale da un’apposita stanzetta e da un tecnico. E poi, i tre sipari storici che calano sul Valli.

Chiunque potrà ripercorrere questi passi, a pagamento, solitamente il sabato (già previsti anche quelli dell’8, 15 e 29 febbraio) prenotandosi sul sito del teatro dove vengono indicate settimanalmente le date. La visita prosegue prima sull’ampio palcoscenico, uno dei più grandi d’Italia con un’inclinazione del 5% e sui cui capeggia (cosa assai rara per un teatro) un organo Montesanti del 1700; poi, più sopra, nella macchineria storica dove sono conservati alcuni strumenti che servivano ad alimentare l’illusione scenica.

Infine, chi seguirà le visite potrà accedere al sottotetto, nella Sala dei Pittori da 22 metri per 22; da qui, attraverso un semplice meccanismo di carrucole, le grandi tele dipinte dai pittori, appunto, venivano calate sul fondo del palco. Nella sala dell’Astrolampo, l’atmosfera è magica.

L'articolo Con Reggionline e Tg Reggio alla scoperta dei segreti del Valli. VIDEO proviene da Reggionline - Quotidianionline - Telereggio - Trc - TRM.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza