ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Bimba morta a 3 anni di varicella, il gip alla Procura: “Chieda il rinvio a giudizio di due medici”. VIDEO

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Sei posizioni di altrettanti sanitari sono state stralciate, mentre per altri due medici il giudice per le indagini preliminari Dario De Luca ha imposto alla procura di chiedere il rinvio a giudizio per omicidio colposo. Si tratta di Claudio Boni, pediatra di base di Castelnovo Monti, e di Gianluca Marconi, ex sindaco del paese della montagna, pediatra ospedaliero. Proseguono, dunque, le indagini per capire se sia stato fatto tutto il possibile per evitare la morte di Maya Dumitrascu, una bimba di tre anni deceduta al Santa Maria Nuova di Reggio il 3 novembre 2016 con una diagnosi di varicella. All’epoca i genitori, residenti a Castelnovo Monti, fecero subito un esposto ai carabinieri e in procura raccontando gli ultimi 17 giorni di vita della figlia. La bimba, affetta da sindrome di down, era stata portata una prima volta dal pediatra. Sembravano sintomi da raffreddamento, ma con le cure di prassi la piccola non migliorava; nel corso di una seconda visita dal pediatra le era stata diagnosticata la varicella. Peggiorando ancora, i genitori avevano fatto un accesso al pronto soccorso di Castelnovo Monti, dove la piccola era stata curata e dimessa. Ma, di nuovo, c’era stato un ulteriore peggioramento. A quel punto si era reso necessario il ricovero nella Rianimazione del Santa Maria Nuova di Reggio, dove purtroppo era sopraggiunto il decesso.

Dopo la denuncia della famiglia, la procura aveva raccolto elementi e informazioni, indagando gli otto sanitari di Castelnovo Monti e Reggio che avevano avuto contatti con la bimba, ma ritenendo che non ci fosse motivo per procedere contro nessuno di loro. La mamma e il papà di Maya si erano opposti all’archiviazione, e il gip aveva dato mandato per nuove indagini. Per la seconda volta, la procura aveva poi ritenuto che non ci fossero elementi per proseguire, e arriviamo alle ultime ore: il gip ha accolto la volontà della procura per sei degli indagati – 4 dei quali medici del pronto soccorso di Reggio rappresentati dall’avvocato Franco Mazza – ma ha imposto al pm Isabella Chiesi di chiedere il rinvio a giudizio per Boni e Marconi, “all’epoca i primi medici in ordine di tempo a visitare la bambina”, spiega Alessandro Sivelli, legale di Marconi. Ora dunque, dopo altre indagini, i due indagati compariranno davanti ad un altro gip, che deciderà se proscioglierli o se dare il via a un processo, che, nel caso, dovrà stabilire se la bimba sia stata curata in tempi celeri e con le giuste terapie.

L'articolo Bimba morta a 3 anni di varicella, il gip alla Procura: “Chieda il rinvio a giudizio di due medici”. VIDEO proviene da Reggionline.