ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Bibbiano, Affari italiani: “Foti non è laureato in psicologia”

REGGIO EMILIA – Claudio Foti, direttore scientifico della onlus “Hansel e Gretel”, indagato per i presunti affidi illeciti dei bambini di Bibbiano, non è laureato in psicologia né in psichiatria. Lo scrive il quotidiano on line Affari Italiani che riporta che Foti è laureato in Lettere all’Università di Torino nel 1978, dopo otto anni di studio.


Nessuna laurea nelle materie della psiche. Dopo “Lettere”, secondo quanto scrive Affari Italiani, Foti ha all’attivo solo delle “Maratone e gruppi di psicodramma” e un “tirocinio in qualità di psicologo”, presso il “servizio di Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara”.


Dopo “Lettere” Foti ha all’attivo solo delle “Maratone e gruppi di psicodramma” e un “tirocinio in qualità di psicologo”, presso il “servizio di Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara”. E’ uno “psicodrammista”, c’è scritto nel curriculum. In seguito ha fatto tantissimi corsi ma questi non possono essere equiparabili ad una Laurea.


Ma come è possibile allora che tanti enti pubblici, compreso il Comune di Bibbiano, lo abbiano accreditato ad occuparsi della psiche dei più deboli? Gli ordini regionali degli Psicologi contattati da Affari Italiani, e soprattutto quello del Piemonte, al quale Foti risulta iscritto dal 1989, hanno spiegato: “E’ iscritto come articolo 32, Legge n. 56 del 1989”.


Si apprende dunque che molti psicologi, soprattutto tra quelli iscritti all’Albo con art. 32 o con Art. 34, hanno lauree diverse, come una laurea in sociologia, biologia, filosofia, scienze politiche, giurisprudenza ecc., e ci sono alcuni che non hanno laurea ma soltanto un diploma. Questo è stato l’effetto di una sanatoria. La legge che regola la professione di psicologo esiste soltanto dal 1989. Infatti prima dell’istituzione dell’Ordine Professionale la psicologia e la psicoterapia erano attività non regolamentate. Molti psicologi art. 32 o art. 34 infatti prima di essere dei veri psicologi, erano soltanto degli psicoterapeuti spesso autodefinitisi tali. Poi grazie alla sanatoria sono diventati psicologi.


Grazie alla sanatoria del 1989, governo Dc a guida Ciriaco De Mita con alla sanità Carlo Donat-Cattin, i tanti psicoterapeuti che si autodefinivano tali hanno potuto iscriversi all’Ordine degli psicologi.


L’avvocato di Foti, Girolamo Andrea Coffati, contattato da Affari Italiani per avere spiegazioni, ha detto: “Lo conosco da 20 anni ed era già laureato. Non conosco il suo…. Bisogna chiederlo a lui. Immagino che se lui svolge la professione di psicoterapeuta lo faccia all’interno della legge”.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza