ReggioEmilia.press

Tutte le notizie su Reggio Emilia e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Reggio Emilia, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Al cinema un film ambientato nella Bassa reggiana. VIDEO

REGGIO EMILIA – Esce nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme on demand il film “si muore solo da vivi”, film del veronese Alberto Rizzi ambientato nella Bassa reggiana dopo il sisma del 2012.

“E’ un omaggio alla gente emiliana che non si è fatta affliggere dal terremoto, ma è ripartita – ha spiegato il regista – E’ una commedia romantica, che parla di seconde occasioni per il protagonista. Quindi, c’era la corrispondenza tra il personaggio e il luogo in cui abita”.

Il lungometraggio ha nel cast anche una 12enne di Guastalla, Annalisa Bertolotti, alla sua prima esperienza da attrice, che interpreta Angelica, nipote del protagonista, rimasta orfana. “Come dimenticare un’esperienza cosi – le sue parole – E’ stato molto bello, pensavo di dovere recitare ma la parte era uguale alla mia personalità e quindi non ho dovuto immedesimarmi nel mio personaggio perché c’ero già”.

Annalisa è arrivata al set per caso tramite la mamma che si occupa di formazione, ma ha una grande passione per il cinema. “Sapevo che c’era il casting a Gualtieri e l’occasione era propizia – ha raccontato la madre, Sara Marangoni – Vado io a fare il casting e prendono Annalisa”.

Il film è stato girato tra maggio e giugno del 2019 in gran parte tra Guastalla, Boretto e Gualtieri. Alcune riprese sono state fatte anche a Montecchio. Nel cast molti volti noti: Alessandro Roja, Alessandra Mastronardi, Neri Marcorè, Amanda Lear. Di Reggio Emilia sono anche diverse comparse, oltre all’attore Andrea Gherpelli. La musica di una band da rifondare e l’amore, mai finito, con l’antica fidanzata, garantiscono il lieto fine della storia.

L'articolo Al cinema un film ambientato nella Bassa reggiana. VIDEO proviene da Reggionline - Quotidianionline - Telereggio - Trc - TRM.


ReggioEmilia.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza